Dog Days Are Over

Categorie BLOG

A volte tendo a giudicare situazioni in modo frettoloso e approssimativo.

Qualche giorno fa mi è capitato di pranzare con alcuni colleghi e uno di loro mi ha raccontato della moglie che, dopo la nascita dei due figli, ha deciso di cercare un lavoro adatto alle esigenze familiari.

Non sono neanche riuscita a far terminare il suo discorso perché la mia forchetta è caduta sul piatto, quasi come segno di sconfitta.

Lo ammetto, ho immediatamente giudicato la scelta di questa donna ed il rumore della mia forchetta ha acutizzato il mio senso interiore di disappunto.

Quando è arrivato Ettore ho ricevuto tanti, tantissimi suggerimenti sulla gestione della casa e della famiglia.

Frasi intrise di luoghi comuni che non avevano altro effetto se non quello di farmi sanguinare le orecchie.

“Adesso che hai il bambino piccolo devi pensare a rivedere gli orari di lavoro.”

“Non ti conviene tornare a lavoro se con il tuo stipendio ci paghi il nido e la tata.”

“Vuoi far crescere il bambino con estranei?”

Per fortuna la mia risolutezza non mi ha abbandonata.

Mio figlio va al nido da quando ha 5 mesi, sta bene, si diverte a giocare con i compagni e con le zie del nido, adora la sua tata e lei adora lui.

Io non lavoro part-time.

A volte lo accompagno al nido, quasi mai riesco ad andarlo a prendere perché non riesco  con i tempi di uscita da lavoro.

Mi chiama “mammina” e quando torno a casa mi chiede di giocare insieme o di leggergli un libro.

E no, non penso che gli manchi nulla.

Non giudico le mamme part-time, le mamme casalinghe e qualunque altro tipo di madri, ma penso ai loro mariti, compagni e fidanzati e mi domando se loro avrebbero il coraggio di dirvi:

“Amore, adesso che siamo in tre vado dal mio capo e chiedo un part-time perché abbiamo un figlio da crescere.”

 

Ho portato Ettore al Museo MAGA di Gallarate per la mostra Eyes Wide Shut di Elisa Anfuso e ho capito che, a prescindere da qualunque scelta di vita, il tempo per stare insieme lo si trova sempre.

Run fast for your mother run fast for your father
Run for your children for your sisters and brothers
Leave all your love and your longing behind you
Can’t carry it with you if you want to survive

Dog Days Are Over – Florence + The Machine

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.