Tu sei sempre stata bella

Categorie BLOG0 Commenti

 

Un pomeriggio, mentre passeggiavamo io e mio marito, ci siamo seduti su una panchina, e su un’altra panchina poco distante da noi era seduta una mamma con il suo fagottino di poco più di un mese.

Mio marito mi guarda e mi dice:

“Nonostante tu sia diventata mamma devo ammettere che sei sempre rimasta donna, non ti sei mai trascurata o lasciata andare, hai sempre cercato di darti un tono.”

“Credo che in qualche modo io abbia sempre cercato di essere ordinata, ma sicuramente l’essere tornata a lavoro mi ha dato uno slancio in più.”

La nostra conversazione è terminata così perchè poi abbiamo iniziato a guardare Ettore compiaciuti del capolavoro fatto.

La verità è che ho dovuto virare la conversazione su altro prima che mio marito si risvegliasse dall’idillio e realizzasse che in realtà io i primi mesi non ero per niente ordinata (le foto ne sono la prova), né mi davo un tono e per lo più odoravo di latte appena munto e camminavo in giro per casa con un pinzone in testa.

Ho lasciato che la sua mente si focalizzasse sull’adesso e non su quello che ero poco dopo il parto: una donna con reggiseni e leggins premaman, una donna che da un 39 di piede è passata ad un 40 senza più tornare indietro.

Credo davvero che abbia resettato, un pò come si fa con i dolori del parto, se no non mi spiegherei ancora la sua presenza nella mia vita!

Ma a parte il risvolto comico, ritengo che ci sia anche un lato romantico della storia: con molta probabilità si ricorda di me prima, dopo e durante, ma penso che dentro di sé abbia accettato tutto quello che ne è conseguito sapendo che sarebbe stata una parentesi più o meno lunga della nostra vita, e comparando i sacrifici che ha fatto il mio corpo e la mia mente per dare alla luce Ettore, ne avrà accettato le conseguenze e che in qualche modo mi stia ringraziando per quello che ho sopportato.

E allora ho pensato che, se i papà avessero pazienza e capissero un pò di più il disastro interiore ed esteriore che si vive, il resto verrebbe da sè e se noi mamme imparassimo a capire che non esistiamo solo noi, i nostri mariti sarebbero più pazienti e più comprensivi.

E se non ci credete mettetevi alla prova: più pazienza e più baci tra di voi!

I look at you and say it’s the happiest that I’ve ever been

5 years time – Noah and the Whale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.